IVAN POLVERARIIvan Polverari ha svolto l’apprendistato di pittura delle icone con il Maestro Fabio Nones, negli anni 1995/96, presso il laboratorio “Santi Martiri” di Trento, secondo l’antico uso delle botteghe medioevali italiane.

Allievo del Maestro Padre Andrei Davidov di Suzdal , grazie al quale ha potuto sperimentare e apprendere la tecnica a encausto, perfezionando così, gli studi comparativo-filologici delle cinque Icone romane più antiche e importanti.

Per la nuova Cappella della Pontificia Università Lateranense ha progettato e  realizzato le tre vetrate in onore del Cristo Maestro di Sapienza, dei Dottori della Chiesa e dei Santi ex alunni dell’Università.

Ha realizzato, nel 2014, su commissione del Rev. Padre Rettore John Fitzpatrick, la copia dell’antichissima icona di Cristo denominata Edessena, ora conservata nella Lispanoteca della Basilica di San Pietro in Vaticano, per  la Basilica di San Silvestro in Capite a Roma, dove è stata ricollocata nello stesso luogo dove era venerata l’Edessena antica, ora in Vaticano.

Attualmente sta lavorando alle icone dei Minei, per la Cattedrale di Lungro, all’icona di San Domenico di Guzman, per l’omonima Parrocchia romana ed è stato incaricato di eseguire una copia dell’icona della Madre di Dio del Portico per la Basilica romana di Santa Maria in Campitelli.

dove è stata ricollocata nello stesso luogo dove era venerata l’Edessena antica, ora in Vaticano.

Attualmente sta lavorando alle icone dei Minei, per la Cattedrale di Lungro, all’icona di San Domenico di Guzman, per l’omonima Parrocchia romana ed è stato incaricato di eseguire una copia dell’icona della Madre di Dio del Portico per la Basilica romana di Santa Maria in Campitelli.

(nella foto il M° Polverari mentre dipinge l’icona della Madonna della Lettera nel suo studio a Roma)

Annunci